Chi Sono
dipinto
who am i ?

Il mio lavoro artistico è per me una “necessità esistenziale”.

Ho guardato fuori di me. Almeno fino a oggi. Ho studiato la storia antica e l’arte, ho indagato il simbolismo, le discipline psicologiche, la numerologia. Senza dubbio alcuno la mia figurazione è anche figlia di tutto ciò. Ho scelto, quindi, la pittura perché è il linguaggio artistico che più mi rappresenta. Nelle mie opere risulta chiara la tendenza a fondere vari stili: ho trascorso dalla figurazione classica all’espressionismo astratto. Sostengo l’uso generoso del colore come elemento funzionale e necessario all’impatto emozionale.

mission & vision

Ora mi osservo da dentro e mi distolgo dall’oggettività della forma che sento non appartenermi più.

 Questa distrazione dalla realtà diviene, tuttavia, indagine e ricerca serrata. L’astrazione formale è una sentita azione di prosciugamento verso l’essenza delle cose.

Questo salto formale è un lungo viaggio compiuto alla sola presenza di me stesso. Mi è compagno il colore con le sue vibrazioni e le sue frequenze. S’allenta, fino quasi a scomparire, il retaggio figurativo.

Da qui la realizzazione del ciclo “Frequency”, un lungo studio dove la mia pittura rinuncia al dato analogico e formalmente riconoscibile. In questa personale conversione verso l’astratto, la ricerca sul colore indaga l’effetto delle frequenze sullo stato emotivo dell’osservatore.

read more
my inspiration

Le ali attestano la parte non materiale dell’essere umano.

Non sono, dunque, Angeli, ma la componente angelica e impalpabile dell’uomo. Ancora, sono una metafora del volo che l’uomo non può materialmente compiere, mentre lo spirito che è in lui è pronto a questa elevazione.

Dalle letture di Rilke inizia questo nuovo cammino di solitudine che prosegue, quindi, con una forzata indagine introspettiva. Chi sono? Dove vado?

La domanda personale diviene quesito universale.

Non esiste risposta se non la sollevazione del grave problema che solo l’arte può tentare attraverso le infinite sollecitazioni della forma e del colore, e dirotta il mio lavoro artistico verso orizzonti di esistenziale necessità.

ali
recent exhibitions
testimonials
Giovanni Masuno, con una capacità visionaria e una consapevolezza di colori fuori dal comune, coglie l’emozione di una figura, dando, in pochi centimetri, la sintesi della fiammeggiante storia di una mente geniale che coglie dai fulmini il senso e il sistema di nuove invenzioni.
Sono ali paradossali, ispirate dalla grande poesia mitteleuropea, da Rilke ma anche dal cinema di Wim Wenders e ad artisti come Anselm Kiefer che racconta il carattere spirituale degli angeli e dei libri, ma anche dalle ali antropomorfe e pronte ad essere indossate per consentire un volo pindarico, un tentativo di innalzarsi ad una prospettiva aerea, una sguardo panoramico sui dolori dell’esistenza.
UN GRANDE ARTISTA. SIMBOLISMO, ESOTHERISMO E TRASCENDENZA NELL’ARTE DI GIOVANNI MASUNO “Dal figurativo nostalgico, al cromatismo poetico, sino al simbolismo astratto:cosi’ il pittore Giovanni Masuno segue la sua metamorfosi artistica nel cammino verso la ricerca e la maturazione della propria dimensione artistica. Masuno persegue chiaramente il concetto di spirtitualita’ nell’arte, enunciato dal maestro russo Vassjli Kandinskj agli inizi del’900: l’arte diventa il mezzo per la ricerca di cio’ che e’ al di la’ della “sostanza”
- Raffaele Bassano